Orari: Lun-Ven 9.00-13.00 | 16.00-20.00 - Sab 9.00-13.00 | Info e Appuntamenti 091.2521298

LAC per lo Sport

La pratica sportiva è un’abitudine salutare; che si svolga amatorialmente o da professionista, la performance sportiva può dipendere da molti fattori: allenamento, dieta, costanza, giusta attrezzatura e abbigliamento adeguato. Esiste inoltre un fattore comune indispensabile per tutti gli sport: una buona percezione visiva.

Per chi ha un problema di refrazione e pratica sport, ricorrere alle lenti a contatto comporta molteplici vantaggi:

  • si acquisisce una migliore visione periferica;
  • il campo visivo è più completo e l’acuità visiva è maggiore per occhio;
  • non sussistono problemi legati ad intralcio e contrasto nel gioco, scivolamenti legati al sudore come può accadere indossando gli occhiali.

Grazie alle lenti a contatto si potrà gestire ogni sfida nella massima tranquillità concentrandosi unicamente sulla competizione. Dal momento che ogni sport ha delle proprie caratteristiche, la scelta della lente a contatto deve essere guidata dal contattologo che potrà al meglio individuare la soluzione ideale.

Tra i migliori prodotti in ambito di LAC sportive ricordiamo le Nike Max Sight, che aumentano contrasto e migliorano la perfomance. Sono delle innovative lenti a contatto, realizzate da una delle più importanti aziende mondiali di prodotti tecnici sportivi, la Nike.
Quando siete impegnati in una attivita’ fisica a livello amatoriale o agonistico, la vista e’ uno strumento essenziale: negli USA spesso si tengono dei corsi di “educazione sportiva visiva”, per migliorare la coordinazione motoria ed ottimizzare i riflessi e i tempi di reazione dello sportivo.

Le Nike Maxsight sono disponibili in due tinte: ambra per gli sport di movimento con la palla (tennis, calcio, rugby, baseball…), e verde per gli sport all’aria aperta (golf, running…).

 

 

Lac, sport e bambini

In età pediatrica e preadolescenziale l’occhiale può rappresentare un pericolo per l’incolumità del bambino durante lo svolgimento di attività sportive (cadute, “pallonate” e urti accidentali). In questi casi è possibile pensare all’applicazione di una lente a contatto limitatamente al tempo di svolgimento di tale attività. E’ necessario uno studio approfondito delle caratteristiche anatomiche e fisiologiche delle strutture oculari del bambino, in modo da poter selezionare il materiale e la geometria di costruzione della Lente da applicare. Anche il tipo di sport effettuato riveste la propria importanza nella progettazione della dinamica della lente (sport da contatto, endurance sport, sport con accelerazioni gravitazionali, etc). In base al tipo di sport effettuato (sport di contatto, endourance sport, etc.) ed al luogo in cui viene svolto verrà poi determinato il miglior protocollo di manutenzione, ricambio e pulizia della Lente ed inizialmente il genitore verrà coinvolto in maniera attiva alla gestione contattologica.

Per una questione igienica è prefreribile optare per le LAC giornaliere, per evitare infezioni.